lunedì 30 dicembre 2013

Caro Beppe Grillo, leggi questo o ti sparo - Feat Gino

Come immagino saprete — non è vero, voi avete una vita e ve la state giustamente godendo —, domani Beppe Grillo leggerà il suo discorso di fine anno. Lo farà alla stessa ora di quello di Napolitano, così perché lui non è ossessionato e non vuole sostituirsi al Presidente della Repubblica nell'immaginario collettivo dei suoi seguaci, no no.

beppe-grillo-discorso-fine-anno-capodanno-M5S
Mi raccomando, in alto i cuori e non fate le merde che poi non potrete raccontarlo ai vostri nipotini

Allora l'amico virtuale e drogato Gino (@ginosansonetto sul tuidder), ha scritto in anteprima per noi il meraviglioso discorso di fine anno di Beppe (con una pistola puntata alla tempia) e visto che la licenza del suo blog è la stessa che si trova qui e a noi l'open source piace, non farò altro che riportarvelo facendo una piccola aggiunta, ossia ipotizzando le parole di Beppe dopo aver finito di leggere il discorso obbligato.

venerdì 20 dicembre 2013

La Tour Paris 13 - o la più grande galleria di Street Art che stanno per demolire

tour-paris-13-street-art-anonimoconiglio
Parigi mi piace tantissimo, la trovo particolarmente nostalgica perché la sua architettura e il suo impianto urbano mi fanno tornare in mente certi posti di Capital Federal in Buenos Aires, e non è un caso visto che in Argentina ad inizi del 900 sono stati chiamati degli urbanisti francesi per ristrutturare la città. Solo che ho sempre visto Parigi come la versione "pulita" di Baires, o almeno pensi che sia pulita finché il pullman che ti porta dall'aeroporto al centro non vi lascia a Porte Maillot, nel futuro rispetto al tuo ostello, e vi dovete fare tutta la strada a piedi perché sono quasi le due del mattino, avete fame, volete vedere la città e dite massì che sarà mai 7 km. Insomma pensavi che fosse pulita perché a quel punto scopri che Parigi ha degli abitanti notturni: I ratti. Un sacco di ratti. Escono dalle fottute fogne.

Ma lunghi dell'entrare nell'annoso dibattito contemporaneo del perché gli scoiattoli sì e i ratti no, taglio la testa al toro e vi dico subito che noi a Parigi ci siamo andati per un motivo ben preciso: La Tour Paris 13.

A tal proposito siamo partiti un lunedì sera e siamo tornati il mercoledì pomeriggio, era metà Ottobre, e il clima non era freddo. In totale ci siamo stati un giorno e mezzo, di cui 7 ore sono state impiegate da La Tour 13, ma andiamo per parti.